Patrizia Cattaneo


Vai ai contenuti

Menu principale:


Foto Saibaba

Articoli

FOTOGRAFIE DI GESU' CRISTO
"MADE IN SAIBABA"



Le due "fotografie" di Gesù Cristo, materializzate dal guru indiano Sai Baba


Tra le materializzazioni mirabolanti del santone indiano Sai Baba ci sono due celeberrime “fotografie” di Gesù Cristo, che il guru aveva declassato a semidio. Queste presunte fotografie di Cristo vengono tranquillamente diffuse e venerate anche da cattolici sprovveduti e talvolta vendute in buona fede in negozi di articoli religiosi cattolici, in versioni anche leggermente ritoccate e camuffate. Sai Baba aveva indubbiamente dei poteri, ma da chi gli provenivano? Gli esorcisti concordano che fossero di origine diabolica, in quanto le persone venute in contatto diretto o indiretto con lui spesso manifestavano disturbi diabolici, e necessitavano di esorcismi o di preghiere di liberazione nei casi più leggeri. Con tutte le immagini di Cristo di cui abbonda la tradizione cattolica è opportuno chiedersi se sia il caso di venerare le presunte “fotografie” di Cristo uscite dalle mani di Sai Baba.

Tuttavia una delle due foto misteriosamente apparse nelle sue mani, è una sovrapposizione del lenzuolo sindonico e di una raffigurazione di Cristo del pittore armeno Aggemian, come mi ha segnalato il diacono Euardo Fortini, che ha trovato l'informazione sul libro "Verdetto sulla Sindone, p. 97, ed. Queriniana".


Così scrive Fortini: "L'immagine è del pittore armeno Aggemian che l’ha eseguita seguendo le caratteristiche dell’immagine sindonica stessa. Quindi non ci può essere niente di male nell’immagine in se stessa. Il demonio, attraverso Sai Baba, puó aver scelto quell’immagine propio per creare confusione e dubbio su qualche cosa di buono che ha come origine propio il volto della Sacra Sindone di Torino, che è proprio il vero volto di Gesú e ispiratore di tutta l’arte bizantina sul volto santo". Questo conferma il detto di sant'Agostino che il diavolo è la scimmia di Dio. Quindi sì al quadro di Aggemian, no all'immagine del guru indiano.


CHI ERA SAI BABA


Il celebre esorcista don Gabriele Amorth ha sempre considerato il guru indiano Sai Baba come il figlio primogenito di Satana. Sai Baba - il cui nome significa “Santo Padre e Madre Divina Universale” - sosteneva di essere dio e si faceva adorare come tale (è deceduto nel 2011, malgrado avesse predetto che sarebbe morto nel 2020).

Sai Baba levitava a pochi centimetri da terra, materializzava vari oggetti dal nulla, tra cui cenere derivante dalla combustione di sterco di vacca, considerata sacra dagli indù, che dava da ingerire ai suoi seguaci.

Si tratta di fenomeni di abile manipolazione della materia chiamati
siddhi. Nell’induismo le siddhi più importanti sono otto e comprendono anche la levitazione e la capacità di materializzare qualsiasi oggetto. Si tratta di fenomeni meravigliosi, ma non miracolosi, comuni a molti fachiri e asceti indiani (detti sadhu). Tuttavia la spettacolarità di tali fenomeni gli attirò milioni di seguaci convinti della sua divinità. La dottrina di Sai Baba era un miscuglio di induismo, buddismo, cristianesimo.

"Diceva di essere (o si narrava che fosse) onnipresente, onnipotente e onnisciente", incalza don Amorth. "“Diceva di essere un avatar, ossia un'incarnazione divina in terra sotto spoglie umane. Predicava la non violenza, la verità e l'amore e aiutava gli ospedali con cospicue donazioni. Da tutti era considerato una potenza divina. Si contornava di seguaci, ma essi più tempo passavano con lui, più si sentivano disturbati. Credevano di essere stati guariti da lui, ma nessuno lo fu mai effettivamente. Parlava bene di Gesù, ma di dio ce n'era uno solo: lui. Era convinto di ciò".

Sempre don Amorth avrebbe precisato in un’altra occasione: "Esistono molti gruppi che onorano Sai Baba… Le polveri e le ceneri di Sai Baba sono pestifere. Mi dicono che in alcune pasticcerie, che espongono il suo ritratto, le mettono anche dentro alle paste. Ho avuto ed ho tuttora in corso vari casi di persone che esorcizzo dalle conseguenze di essere andate ad onorare Sai Baba, baciargli i piedi, mangiare le sue polveri o le sue ceneri… Ecco, se vi capita di conoscere, di sentire parlare di persone che vanno nei gruppi di Sai Baba, o che vanno in pasticcerie e negozi dove troneggia il ritratto di Sai Baba, aprite gli occhi a queste persone: che girino al largo, perché andare da Sai Baba è andare dal demonio".

Sai Baba è una figura molto controversa, oggetto di molte denunce da parte di giovani che hanno affermato di aver subito molestie sessuali da lui. Tuttavia nel mondo e anche in Italia ha raccolto milioni di devoti.


Home page | Rassegna stampa | I miei libri | Luoghi di guarigione | Aiuti per la liberazione | Racconti dell'aldilà | Articoli | Preghiere | Link | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu