Patrizia Cattaneo


Vai ai contenuti

Menu principale:


Milizia di san Michele arcangelo

Articoli

DON MARCELLO : IL PARROCO DI CAMPAGNA


Don Marcello Stanzione, classe 1963, è Parroco di Santa Maria La Nova nel Comune di Campagna in provincia di Salerno.
Il “parroco di Campagna” ha rifondato l’8 maggio 2002 l’Associazione Cattolica (Milizia di San Michele Arcangelo) per la corretta diffusione della devozione cattolica ai Santi Angeli. Prolifico giornalista e scrittore ha al suo attivo la pubblicazione di oltre 200 libri.
Nella sua parrocchia ha creato un Centro di Angelologia, un centro di adorazione perpetua del Santissimo Sacramento, una Biblioteca e Centro Documentazione, la Mostra permanente sulla devozione agli Angeli e il Centro di spiritualità “Oasi di San Michele” per campi scuola, ritiri e convegni.
Don Marcello si prodiga per contrastare le sette e il mondo sommerso e nefasto dell’occultismo, al fine di salvare le persone da sedicenti maghi, cartomanti e santoni.
Ogni anno, l’1 ed il 2 giugno, organizza e presiede il Meeting Nazionale di Angelologia che attualmente si svolge a Roma.
La sua fede nella protezione angelica è stata messa a dura prova nel 2014, quando è scoppiata una violenta campagna diffamatoria a suo danno, conclusasi solo nel 2017 con il rinvio a giudizio dei suoi calunniatori per i reati di diffamazione aggravata anche a mezzo stampa.

Lo avevano accusato di aver violato il segreto confessionale, infamia da cui è stato ampiamente scagionato dalla Congregazione per la dottrina della Fede, ma i suoi persecutori avevano infierito andando oltre. Il sacerdote ha sopportato e pregato, ma si è anche efficacemente difeso. Prosciolto da ogni accusa con formula piena, ora i suoi accusatori sono stati invece rinviati a giudizio per diffamazione a mezzo stampa e per altri reati commessi a danno del sacerdote campano.
Don Marcello, che non nasconde la sua totale e illimitata fiducia in Dio e nelle milizie celesti capeggiate da san Michele arcangelo, ci ha confidato: “Quando ricevo lettere anonime, contenenti accuse o calunnie, vengo in chiesa e depongo tutto ai piedi della statua di san Michele, a cui affido la difesa della verità e il trionfo del bene”.
Legittima richiesta che l’arcangelo gli ha puntualmente e largamente concesso, come dimostrano i fatti.


Home page | Rassegna stampa | I miei libri | Luoghi di guarigione | Aiuti per la liberazione | Racconti dell'aldilà | Articoli | Preghiere | Link | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu